Ogni volta che un istituto di credito che fa parte della rete CRIF (in Italia, lo sono la stragrande maggioranza delle banche, delle finanziarie e di tutti i soggetti che erogano credito) concede un finanziamento in favore di un cliente, segnala a CRIF i dati dell’operazione e del cliente debitore nella banca dati.

Ma non solo: Banche e Finanziarie ogni mese inviano inoltre un rapporto riguardo al corretto pagamento delle rate dei finanziamenti concessi.

CRIF S.p.A. è il nome della società che gestisce EURISC, l’enorme archivio con la storia creditizia degli italiani che hanno chiesto e/o ottenuto accesso al credito e serve a banche e finanziarie per poter valutare anche il “merito creditizio” (ossia il profilo creditizio) dei soggetti che richiedono un nuovo finanziamento, vale a dire la storia pregressa, e il presente, delle relazioni creditizie di un soggetto. A volte si dice direttamente “CRIF” per intendere EURISC, vale a dire la sua banca dati.

Esistono anche altre banche dati oltre a CRIF: Experian, come CRIF, tiene tutti i dati creditizi, positivi (rate pagate o ritardi nei pagamenti), negativi (rate non pagate) ed anche il “credit shopping”, vale a dire tutte le richieste di finanziamento che vengono avanzate.
Il CTC (Consorzio Tutela Crediti) è un’altra banca dati che registra esclusivamente i dati negativi.

Se una persona che ha richiesto un finanziamento, per una qualsivoglia ragione, non riesce a pagare delle rate, la cosa viene quindi segnalata automaticamente alla “Banca Dati” che modifica la scheda del debitore indicando ogni “problema” e “peggiorando” il suo merito creditizio.

Più peggiora il merito creditizio e meno è facile ottenere ulteriori finanziamenti e più ci si avvicina ad essere considerati dei “cattivi pagatori”.

In linea di massima si viene considerati “cattivi pagatori” dopo 3/4 rate non pagate.

Per recuperare il merito creditizio non basta saldare i debiti pregressi (con le relative more):
la scheda personale tiene comunque questi dati, che rimangono segnati a lungo e che incidono comunque sulla possibilità di ottenere altri finanziamenti.

Hai saltato le rate di qualche finanziamento e sei stato segnalato come cattivo pagatore?

Cancellare queste segnalazioni è possibile ed è parte dei nostri servizi.

Gli aspetti chiave della Nostra Strategia

Debiti 24 effettua dapprima un’attenta analisi delle posizioni debitorie aperte in modo da aver chiara l’effettiva panoramica dei carichi economici che gravano sul capo degli indebitati ed esser contemporaneamente consci delle loro reali possibilità finanziarie.

Dopo l’Analisi viene effettuato un PGD (Piano di Gestione del Debito) che viene dettagliatamente proposto al cliente e con lui condiviso.

Quando il Cliente accetta il PDG, su mandato del cliente stesso, gestiamo i debiti per conto del cliente relazionandoci direttamente coi creditori e sollevando di fatto il cliente dalla quotidiana incombenza di questa amministrazione.