Talvolta il debitore cerca di difendere i propri beni con atti (ad es. una vendita, una donazione, un Fondo Patrimoniale, un Trust, ecc.) che possono essere intesi come un tentativo di sottrarre alle azioni legali intraprese dai creditori che cercano di recuperare quanto loro dovuto.

L’azione revocatoria (o, semplicemente, la revocatoria) è quel tentativo da parte del creditore di rendere inutili gli atti di cui sopra in modo che i beni ridiventino “aggredibili”, vale a dire oggetto di decreto ingiuntivo, atto di precetto e finanche pignoramento.

E’ bene dire che il creditore deve dimostrare che il debitore ha effettuato la vendita, la donazione, il fondo patrimoniale o il trust per cercare di sottrarre i suddetti beni all’azione di recupero del credito.

E’ possibile opporsi alla revocatoria.

Gli aspetti chiave della Nostra Strategia

Debiti 24 effettua dapprima un’attenta analisi delle posizioni debitorie aperte in modo da aver chiara l’effettiva panoramica dei carichi economici che gravano sul capo degli indebitati ed esser contemporaneamente consci delle loro reali possibilità finanziarie.

Dopo l’Analisi viene effettuato un PGD (Piano di Gestione del Debito) che viene dettagliatamente proposto al cliente e con lui condiviso.

Quando il Cliente accetta il PDG, su mandato del cliente stesso, gestiamo i debiti per conto del cliente relazionandoci direttamente coi creditori e sollevando di fatto il cliente dalla quotidiana incombenza di questa amministrazione.